all'isola del cinema per incontro sul romanzo storico

all'isola del cinema per incontro sul romanzo storico
Simona Bertocchi all'isola del cinema Roma

Visualizzazioni totali

Seconda edizione il 24 marzo 2013 a Massa- non una data a caso

Domenica 24 marzo alle ore 16,30 la sala Linea Gotica della biblioteca civica S. Giampaoli di Massa era gremita di un pubblico coinvolto, attento e spesso emozionato. L’evento è stato moderato dallo scrittore Andrea Pieraccini con toccanti letture di Manola Pieruccioni, che nell'interprestare le letture ha creato totale silenzio ed emozione in sala.La manifestazione ha previsto la presentazione del libro di Simona Bertocchi, Lola Suárez (Giovane Holden Edizioni) seconda edizione; la mostra scultorea di Jorge Romeo; le immagini del tango della pittrice Maura Jasoni che accompagnerà con la sua arte la scrittrice anche nella presentazione a Bologna. Insieme all’autrice e agli artisti, erano presenti e sono intervenuti l’Assessore alla Cultura, Carmen Menchini e il Vice Presidente del Consiglio comunale Laura Mignani, per portare avanti il dialogo con l’associazione Abuelas Plaza de Mayo e inserire l’evento nel mese dedicato alle donne. “ Ho voluto fortemente che la nuova edizione fosse pubblicata per il 24 marzo, una data da non dimenticare e da far conoscere a chi ancora ignora tutti i crimini, a lungo nascosti, commessi in quegli anni. La storia che narro è quella di uno dei cinquecento casi di figli delle desaparecidas arrestate durante la gravidanza e uccise dopo il parto, dati in adozione illegalmente a famiglie di militari…La trama tuttavia non stagna nel periodo del Golpe ma prende il corpo di un romanzo.” dice l’autrice del libro.“ Ho voluto fortemente che la nuova edizione fosse pubblicata per il 24 marzo, una data da non dimenticare e da far conoscere a chi ancora ignora tutti i crimini, a lungo nascosti, commessi in quegli anni. La storia che narro è quella di uno dei cinquecento casi di figli delle desaparecidas arrestate durante la gravidanza e uccise dopo il parto, dati in adozione illegalmente a famiglie di militari…La trama tuttavia non stagna nel periodo del Golpe ma prende il corpo di un romanzo.” dice l’autrice del libro.“ Ho voluto fortemente che la nuova edizione fosse pubblicata per il 24 marzo, una data da non dimenticare e da far conoscere a chi ancora ignora tutti i crimini, a lungo nascosti, commessi in quegli anni. La storia che narro è quella di uno dei cinquecento casi di figli delle desaparecidas arrestate durante la gravidanza e uccise dopo il parto, dati in adozione illegalmente a famiglie di militari…La trama tuttavia non stagna nel periodo del Golpe ma prende il corpo di un romanzo.” dice l’autrice del libro.
L’incontro si è concluso con un momento di solidarietà: la presidentessa della Croce Verde di Marina di Massa, Lucia Bani, ha fatto un appello in aiuto dei bambini della popolazione Saharawi tramite l’acquisto delle uova di Pasqua il cui ricavato verrà devoluto per le loro cure mediche in Italia.
Cultura, impegno, solidarietà, sono le parole chiave che Carmen, Laura, Simona e Lucia hanno trasmesso con la promessa di portare avanti questi messaggi.
( dal comunicato ufficio stampa Comune di Massa):





Nessun commento:

Posta un commento